Usura Bancaria – conosciamo il Tasso Soglia

L’usura è la pratica consistente nel fornire somme di denaro a tassi d’interesse considerati illegali, socialmente riprovevoli e tali da rendere il loro rimborso molto difficile o impossibile.
L’usura bancaria è una fattispecie normativa introdotta dall’Art. 644 del Codice penale italiano ed è stata riformulata dalla Legge n. 108 del 7 marzo 1996, che ha apportato profonde innovazioni e modifiche in materia di usura nell’ordinamento giuridico italiano.
La norma ha ridefinito il quadro complessivo affiancando ai parametri puramente “soggettivi”, previsti dalla vecchia formulazione, nuovi parametri cosiddetti “oggettivi”.

Gli interventi del legislatore, hanno contribuito ad ampliare l’ambito di applicazione del reato di usura. Essa non è più relegata ad operare esclusivamente nei casi in cui sussista lo “stato di bisogno” del quale taluno abbia “approfittato” conseguendo vantaggi per sé o per altri, ma opera anche ogni qual volta il limite disciplinato dall’Art. 2 Legge108/96 (cosiddetto Tasso Soglia d’Usura) venga superato.
I tassi soglia, sino al secondo trimestre 2011, sono ottenuti aumentando della metà i tassi medi (TEGM) pubblicati dal Ministero del Tesoro. Poi, il decreto legge del 13 maggio 2011 n°70, pubblicato sulla G.U. del 13 maggio 2011 n°110, ha disposto la modifica del metodo di calcolo del tasso soglia di cui all’articolo 2, comma 4, della legge 108/1996. Dal giorno di entrata in vigore del citato decreto legge (14 maggio 2011) il tasso soglia viene calcolato aumentando il tasso medio rilevato di un quarto, cui si aggiunge un margine di ulteriori quattro punti percentuali. La differenza tra il limite e il tasso medio non può essere superiore a otto punti percentuali. Da un punto di vista metodologico, la nuova curva dei tassi soglia ha una pendenza minore della precedente, con valori più elevati dei precedenti quando i tassi medi sono particolarmente bassi, che tendono a ridursi al crescere di questi ultimi.

Facciamo un esempio:  il tasso medio (TEGM) rilevato dalla Banca d’Italia nel periodo gennaio /marzo 2011 poniamo che era il 4% sui mutui ipotecari. Con la precedente regola (prima del decreto legge 13/5/2011) il tasso soglia si calcolava aumentando il tasso medio della metà e cioè 4% tasso medio + 2% aumento = 6% tasso soglia. Cioè in se un contratto di mutuo risulta applicato un tasso superiore al 6% , il mutuo è in usura. Con la variazione intervenuta (a favore delle banche) con il decreto legge del 13 maggio 2011 n°70, il metodo di calcolo è il seguente: tasso medio 4 % più un quarto cioè 1 % = 5% più 4 punti = tasso soglia  diventa 9%. Cioè in se un contratto di mutuo risulta applicato un tasso superiore al 9% , il mutuo è in usura.

La differenza è che con il vecchio metodo il tasso soglia era 6 %, con il nuovo decreto legge diventa 9%.

Le tabelle dei TEGM ( tassi medi) sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale, sui siti della Banca d’Italia e del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

tasso soglia

Rosario De Vincenzo

Rosario De Vincenzo

Rosario De Vincenzo, Consulente e Life e Business Coach. È stato Mediatore creditizio per tantissimi anni e imprenditore nel settore della finanza, del marketing e delle tecnologie, con esperienza maturate da oltre 25 anni. Si occupa di start-up tecnologiche e di marketing ad alto valore aggiunto. È Financial e Marketing Coach certificato in Business e Master Practitioner PNL, Coach PNL (R. Bandler) - autore del best seller “Usura Bancaria” Bruno Editori 2013e del best seller: “Contro l’Usura Finanziaria” MIND Edizioni 2016, fondatore dei marchi HGM e Msnet Lab e dell’Associazione contro l’Usura bancaria, diplomato al MICAP, Master Internazionale in Coaching ad Alte Prestazioni, Laureato in Gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali - Laureatoin Scienze dell’Organizzazione - Docente di Alta Formazione per diversi Istituti di ricerca Universitari Pubblici e Privati - Consulente per Enti Pubblici ed Ambasciate per progetti Trans-Nazionali-V-bloggerblog: www.usurabancaria.com www.ilmarketingessenziale.comwww.rosariodevincenzo.it
rosariodevincenzo@libero.it
Rosario De Vincenzo
Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Linkedin